Lente di ingrandimento

ll nuovo programma di governo della FPI. Il Presidente D’Ambrosi “Operativo in 60 giorni”.

Il nuovo programma di governo della FPI. Il Presidente D’Ambrosi “Operativo in 60 giorni”.

 

A quattro giorni dalle elezioni del nuovo direttivo FPI, il Presidente Flavio D’Ambrosi in occasione dei 105 anni dalla fondazione della Federazione Pugilistica Italiana presenta il nuovo programma di governo che caratterizzerà il quadriennio 2021-2024 fino ai Giochi Olimpici di Parigi. 

Dopo l’appagante esperienza positiva dell’Assemblea ed il pieno e totale appoggio da parte del movimento pugilistica italiano – dichiara il Presidente D’Ambrosi -  è arrivato il momento di lavorare seriamente. Siamo in un momento complesso a causa dell’emergenza sanitaria e quindi abbiamo la responsabilità di dover agire prontamente con interventi e misure di sostegno che siano quanto mai efficaci. Abbiamo approntato delle linee-guida che dovranno essere attuata nei primi 60 giorni di governo della Federazione e che approfondiremo nei sei Consigli Federali previsti fino ad aprile. Il primo si svolgerà l’8 marzo presso il Salone d’Onore del CONI e ringrazio sentitamente il Presidente Malagò per l’ospitalità. Sono onorato in prima persona di festeggiare oggi i 105 anni di questa Federazione gloriosa. Nel rispetto della tradizione, coltiveremo ambizioni e sogni con l’obiettivo principale di riportare il nostro pugilato ai livelli che merita”.

I primi interventi attuativi del complesso programma di gestione federale 2021/2024 riguarderanno le necessarie forme di sostegno economico alle società affiliate e ai tesserati,  con la possibilità di tornare ad organizzare eventi pugilistici di attività ordinaria AOB, Amatoriale e PRO. 

Altro punto fondamentale sarà la programmazione e ripartenza degli eventi nazionali AOB  (Tornei e Campionati Italiani), nel rispetto della normativa e dei protocolli anti Covid-19.

La calendarizzazione riguarderò anche gli eventi PRO, da quantificare ed individuare per la trasmissione sulle maggiori emittenti televisive con la preziosa e fondamentale collaborazione dell’advisor FPI Artmediasport. 

Di vitale importanza sarà la riorganizzazione delle Squadre Azzurre, tenendo conto della qualificazione olimpica, con l’obiettivo di renderle più efficienti, anche attraverso una maggiore capacità di selezione degli atleti in base alla qualità.  

Ci sarà la prevista riforma del Settore Arbitri-Giudici sia dal punto di vista organizzativo, riorganizzazione del Cesag, sia regolamentare con il varo della norma, già dal corrente anno, riguardante il meccanismo di revisione dei verdetti almeno per i Campionati Italiani. 

Si lavorerà, inoltre, per un’ancor più forte implementazione della comunicazione interna ed esterna, potenziando l’informazione a livello visivo attraverso la logica della tempestività e trasparenza. 

Fondamentale sarà il lavoro sinergico con il strutture federali territoriali, rappresentate dai Presidenti dei CR e Delegazioni Regionali .

Resoconto Conferenza dei Presidenti 22/1/2021

Resoconto Conferenza dei Presidenti 
In data odierna si è riunita la Conferenza dei Presidenti dei Comitati regionali, a cui ha presenziato anche il Presidente Vittorio Lai. 
In un clima di estrema cordialità,  i Presidenti hanno accolto con interesse ed apprezzamento lo sforzo della Federazione finalizzato a realizzare una concreta politica di decentramento, anche di natura finanziaria, a favore degli organi periferici che sono l'insostituibile "interfaccia federale" con le società ed i tesserati. 
Con lo stanziamento proposto nel bilancio preventivo 2021 - pari a circa 930.000,00 euro (comprensivo del funzionamento, proventi corsi, contributi straordinari, budget servizi arbitrali, ecc.) - i Comitati regionali avranno a disposizione le risorse per raggiungere i tre principali obiettivi a loro demandati:
1) sostegno alle società affiliate, anche con l'erogazione diretta di contributi;
2) supporto all'attività pugilistica regionale ed eventualmente interregionale, compresa l'attività giovanile;
3) funzionamento dell'intero Comitato (organi elettivi e di nomina), assolutamente indispensabile per la gestione, il coordinamento e la vigilanza di tutta l'attività pugilistica regionale. 
Per il raggiungimento del primo e del secondo obiettivo, sarà portato in approvazione un contributo straordinario complessivo di euro 160.000,00 diviso in funzione di parametri oggettivi (risultati affiliazioni e tesseramenti 2018-2019-2020).
Anche tale stanziamento testimonia la volontà federale di trasformare i Comitati regionali - che nel corso del quadriennio si sono dimostrati preziosi collaboratori nell'attuazione delle politiche federali - in veri e propri strumenti di gestione autonoma dei sostegni all'attività pugilistica regionale e alle società affiliate a loro riconducibili. 

Il responsabile del settore comunicazione FPI.
Dott. Flavio D'Ambrosi. 

I nuovi sostegni alle società affiliate.

I nuovi sostegni alle società affiliate. 
In data odierna si è riunita la Commissione Bilancio per la predisposizione degli atti del Preventivo 2021 che dovrà essere deliberato dal Consiglio Federale. Nel corso della riunione è stata formulata una proposta di stanziamento di circa euro 5.900.000 per l'attività sportiva del movimento pugilistico nazionale, ripartita per le seguenti aree di intervento:
1) attività sportiva di preparazione olimpica e alto livello. In tale area sono stati collocati euro 2.600.000 in coerenza con le finalità assegnate dalla società Sport e Salute per l’utilizzo dei contributi assegnati per la stagione sportiva 2021; tale stanziamento andrà a soddisfare le esigenze e gli impegni delle varie Squadre Nazionali Azzurre;
2) funzionamento e attività sportiva dei Comitati Pegionali pari a circa euro 930.000. Parte di tale stanziamento, per un ammontare di € 650.000 e comprensivo dei proventi dei corsi di formazione di competenza degli stessi Comitati, potrà essere erogato a sostegno delle società affiliate per la loro attività pugilistica o per qualsiasi altra iniziativa per la promozione del pugilato sul territorio (pagamento dei servizi arbitrali, contributi alle società, attività giovanile, ecc.), di cui euro 160.000 saranno erogati a favore delle società affiliate direttamente dai Comitati regionali;
3) attività sportiva nazionale. In quest'area sono stati allocati circa euro 2.200.000 che permetterà di far fronte alle seguenti iniziative:
A) organizzazione dei Campionati Italiani e dei Tornei la cui partecipazione degli atleti e dei tecnici sarà, come negli anni precedenti, totalmente gratuita;
B) realizzazione di una Classifica di merito in base alla quale erogare contributi alle società in funzione dell'attività svolta;
C) sostegno all'attività giovanile ovvero organizzazione di manifestazioni giovanili a carattere nazionale;
D) copertura dei costi per i servizi degli arbitri giudici per il calendario nazionale AOB e Pro;
E) sostegno all'attività pugilistica Pro ovvero alle società organizzatrici;
F) copertura dei costi legati al settore sanitario ovvero agli oneri per i servizi medici di bordo ring per gli eventi nazionali;
G) sostegno all'attività amatoriale e pagamento delle polizze assicurative per la tutela dei tesserati;
H) copertura dei costi per la gestione degli impianti sportivi a disposizione della FPI e per il settore comunicazione e marketing. 
Ovviamente,  tali stanziamenti - che saranno portati in approvazione il prossimo 29 gennaio - potranno essere oggetto di future variazioni da parte del nuovo Consiglio federale, in considerazione di nuove misure o iniziative a sostegno dell'attività pugilistica nazionale. 

Il responsabile del settore comunicazione 
Dott. Flavio D'Ambrosi

Resoconto Consiglio federale FPI: ROMA 8/1/2021

Resoconto Consiglio federale. 
In data odierna si è riunito il 1° Consiglio federale del 2021.
All'inizio della riunione il Presidente Vittorio Lai ha voluto ringraziare le società, i tesserati, i Comitati Regionali, il Consiglio federale, il Segretario generale ed i dipendenti della Federazione per l'encomiabile lavoro svolto nel corso di questo quadriennio, soprattutto in un momento drammatico come quello della pandemia in corso.
Nel corso della riunione sono state trattate diverse tematiche e deliberate alcune proposte tra cui:
1) il rinnovo delle collaborazioni sportive, degli staff tecnici federali, sanitari e sportivi, fino al 31 marzo 2021. Per attuare una forma di correttezza, sarà il nuovo Consiglio federale a decidere sull'eventuale o meno proroga delle stesse collaborazioni;
2) approvato il calendario degli eventi pugilistici nazionali AOB (Campionati e Tornei). Tale calendario sarà utilizzato per appostare i dovuti stanziamenti nel prossimo bilancio preventivo finalizzati ad organizzare tali eventi e fornire gratuitamente - agli atleti e tecnici - il vitto e l'alloggio per la partecipazione agli stessi. Ovviamente il calendario dovrà essere confermato dal nuovo Consiglio federale eletto il 27 febbraio p.v.;
3) conferite Palme al merito e Benemerenze ai tecnici sportivi, segnalati dai rispettivi Comitati Regionali;
4) approvato il programma di formazione nazionale 2021. I corsi per il passaggio da aspiranti tecnici a tecnici di primo livello verranno organizzati,  come da regolamento,  da parte dei Comitati Regionali i quali saranno chiamati ad organizzare tali corsi entro il primo semestre del corrente anno, anche con l’ausilio di modalità e-learning;
5) ridotta a € 300,00 la quota di tesseramento dei Procuratori;
6) approvazione della Circolare Quadro di funzionamento dei CCRR, fermo restando che alcune voci del budget verranno sottoposte all'approvazione della Commissione bilancio e dei Presidenti dei Comitati regionali in sede di Conferenza dei Presidenti,  convocata per il 22 gennaio p.v.;
Il 14 gennaio pv., si riunirà la Commissione bilancio per determinare i criteri di ripartizione degli stanziamenti del bilancio preventivo 2021 a favore delle società, dei tesserati e del movimento pugilistico nazionale in generale. Criteri  che saranno portati all'approvazione del Consiglio federale del 29 gennaio p.v.
Il responsabile del Settore comunicazione e marketing. 
Dott. Flavio D'Ambrosi. 

LA FORMAZIONE NELLE STRATEGIE FUTURE DI CRESCITA DEL PUGILATO

LA FORMAZIONE NELLE STRATEGIE FUTURE DI CRESCITA DEL PUGILATO

La formazione e l’aggiornamento sono al centro di ogni processo di sviluppo delle varie discipline sportive. L’insegnamento delle varie abilità tecniche e tattiche ovvero l’attuazione dei corretti principi metodologici concernenti le capacità coordinative e condizionali, non può prescindere, infatti, da un solido bagaglio di conoscenze trasmesse attraverso l’esperienza e la formazione. 

In tale ottica ed a causa del fenomeno epidemiologico in atto, già in questo quadriennio la Federazione ed i Comitati regionali hanno sperimentato nuove formule – in particolare l’utilizzo dell’e-learning - che hanno permesso lo svolgimento dei corsi di formazione ed aggiornamento.

L’ampio apprezzamento manifestato dai numerosi tecnici e dai Presidenti dei Comitati regionali – che hanno assaporato la possibilità di affrontare il percorso formativo senza onerosi spostamenti - ha indotto a pensare che tale nuova formula organizzativa possa essere ripetuta anche nel prossimo quadriennio, entrando stabilmente come metodo di svolgimento della didattica dei corsi federali. Peraltro, rimarrà ferma la necessità della didattica in presenza per quelle materie pratiche (tecnica e tattica e metodologiche dimostrative).

Tale nuovi modelli di somministrazione didattica dovranno comunque essere accompagnati da una rivitalizzazione dei processi formativi – sia centrali che periferici – ed una più attenta e capillare selezione dei discenti. 

In altre parole, chi ambisce ad entrare nel mondo del pugilato, con la qualifica di aspirante tecnico, dovrà dimostrare attraverso un esame severo, di poter insegnare il pugilato e lo dovrà fare ogni volta che vorrà progredire nella carriera prevista per tale qualifica. 

Ciò anche nel rispetto dei tanti maestri e tecnici che già operano nella FPI e che hanno, negli anni, certificato le loro conoscenze e capacità con i molteplici titoli conquistati e le numerose esperienze maturate. 

Nell’attuazione dei processi formativi del prossimo quadriennio, sarà indispensabile altresì un maggior coordinamento tra il “Comitato esecutivo dei tecnici (CET)” ed i Comitati regionali. In particolare, sarà opportuno che i rappresentanti tecnici presso i vari Comitati regionali, partecipino periodicamente a delle riunioni indette dal CET, anche al fine di omogeneizzare tali processi formativi soprattutto per quanto riguarda i criteri di ingresso ai corsi e di selezione dei discenti.  

Se pretendiamo di avere atleti di alto livello, la Federazione non può fare a meno di una “formazione permanente di alto livello” dove si possa avere la possibilità di un confronto costante tra discenti e docenti, che sviluppi una sintesi del vissuto dei vari maestri/tecnici e sia utile alla crescita del bagaglio esperienziale di tutti i soggetti che, con passione e sacrifici, si dedicano all’insegnamento della nobile arte.             

Il Vice Presidente Vicario FPI

Flavio D’Ambrosi

COMUNICATO STAMPA: "Accordo raggiunto tra Flavio D'Ambrosi e Andrea Locatelli"

"Accordo raggiunto tra Flavio D'Ambrosi e Andrea Locatelli"

Nuova intesa per i vertici della FPI. Mancano poco più di due mesi alla prossima Assemblea Elettiva Nazionale della Federazione Pugilistica Italiana che darà il via ad un nuovo quadriennio sportivo. Il 27 febbraio p.v., verranno espresse le preferenze per il rinnovo delle cariche federali.

Due dei potenziali candidati alla presidenza, Andrea Locatelli e Flavio D'Ambrosi, dopo giorni di confronto ed approfondimento, hanno deciso di unire le loro strade annunciando in questa giornata di aver concluso l'accordo auspicato da gran parte del movimento pugilistico nazionale.

"Sono pronto a fare un passo indietro e a lasciare che sia Flavio a correre per la presidenza. Tuttavia, insieme abbiamo convenuto che la squadra di governo, da sottoporre al giudizio dell'elettorato, sarà composta da sicure professionalità ed andrà a soddisfare pienamente le richieste di innovazione e cambiamento espresse dal sottoscritto " le parole di Andrea Locatelli che sanciscono la sua alleanza con D'Ambrosi. "Ribadisco ancora una volta che le mia idea di dare una profonda svolta al movimento pugilistico non è mutata. Che questa scelta è giunta con la mia solita determinazione ed anche allo scopo di riuscire a perseguire un altro intento: ricucire le spaccature che pervadono da troppo tempo il movimento pugilistico e che continuano a rovinarlo, anziché aiutarlo. Continuo quindi ad essere aperto a tutti e ad augurarmi che a questa iniziativa comune possano aderire anche altre parti del movimento che sposano il rinnovamento".

A fargli eco il pensiero espresso dall'attuale vicepresidente vicario della FPI, Flavio D'ambrosi: "Confermo quanto detto da Andrea ed aggiungo che abbiamo concordato che nel futuro governo federale anche le decisioni che lo Statuto qualifica come prerogative del presidente, verranno sottoposte ed approvate dal Consiglio, al fine di dare un risalto collegiale ed unitario al lavoro federale. Dopo un quadriennio in cui sono state messe le fondamenta per il rilancio del pugilato italiano, siamo convinti che sia giunto il momento di unire tutte le migliori professionalità ed energie per affrontare le sfide future. Da questa esigenza, è nata la convergenza con Andrea, persuasi che il pugilato italiano debba superare i contrasti e le divisioni che lo hanno caratterizzato negli anni precedenti" afferma Flavio D'Ambrosi.

Tale accordo è stato fortemente auspicato anche dall’attuale Presidente Vittorio Lai che Flavio, qualora eletto Presidente federale, proporrà per la nomina a Presidente onorario e Team Leader per la spedizione Azzurra ai Giochi Olimpici di Tokyo 2021

Sia Flavio che Andrea presenteranno proprio oggi, in Federazione, le loro candidature. A giorni la divulgazione della squadra di governo che li dovrà affiancare.

Ulteriore risorse economiche per le società.

Ulteriore risorse economiche per le società.

Nella giornata odierna si è svolto il 10° Consiglio federale che tra i diversi argomenti trattati ha adottato le seguenti importanti delibere:

1) nel 2021 circa 700.000,00 del contributo straordinario integrativo 2020 di Sport e Salute, sarà utilizzato per il sostegno alle società affiliate e per l'incremento dell'attività pugilistica sul territorio;

2) Alle ASD/SSD con almeno 5 atleti tesserati al 30 novembre 2020 o al 31/12/2019, siano essi amatori o agonisti (AOB, Pro, giovanili), sarà riconosciuto un contributo utilizzabile per il rinnovo dell'affiliazione per il 2021. In particolare, tali società troveranno accreditato sulla piattaforma coninet un importo pari alla quota di affiliazione e del tesseramento del Presidente, del Consiglio Direttivo e del tecnico titolare. La misura in questione sarà finanziata dalla Federazione con uno stanziamento di oltre 290.000,00;

3) agli arbitri, ai commissari di riunione e ai medici di bordo ring, la Federazione pagherà il rinnovo del tesseramento. L'iniziativa sarà finanziata dalla Federazione con uno stanziamento pari a circa 30.000,00 circa;

4) rinnovo delle polizze assicurative per la copertura degli infortuni collegati all'attività sportiva pugilistica anche per gli allenamenti in spazi all’aperto, programmati dalle ASD, degli atleti tesserati. Al riguardo, giova rammentare che tali polizze coprono anche i dirigenti ed i tecnici delle società nonché le stesse società affiliate con apposita polizza la RCT/O. I dettagli delle coperture sono inseriti nella Circolare delle affiliazioni e tesseramenti 2021. 

5) conferimento delle onorificenze FPI: Benemerenze e Palme (d'oro, d'argento e di bronzo) ai tecnici ed ai maestri federali;

6) rinnovo degli accordi con Gazzetta, Telpress e Ansa, per la promozione e divulgazione delle iniziative e degli eventi pugilistici;

7) il tesseramento degli atleti Pro è stato portato a 30,00 Euro. La misura sarà finanziata dalla Federazione con un importo pari a circa 40.000,00 euro;

8) affidamento dei Campionati italiani Assoluti ad Avellino, fermo restando l'evoluzione della situazione epidemiologica in atto;

9) individuazione degli atleti a cui conferire i premi per l'appartenenza al Club Olimpico ed alle Promesse Olimpiche.

Al termine del Consiglio federale, il sottoscritto ha comunicato che, nella giornata del 15 dicembre p.v., incontrerà il Dott. Andrea Locatelli per definire l'accordo di un percorso comune nel prossimo quadriennio. 

Avanti con impegno e dedizione.

Il V. Presidente Vicario

Dott. Flavio D'Ambrosi 

Nel 2021 un ulteriore stanziamento per le società.

Nel 2021 un ulteriore stanziamento di 700.000,00 per le società. 


Grazie alla nuova erogazione di fondi da parte della società "Sport e Salute", la Federazione metterà a disposizione, nel 2021, ben 700.000,00 euro di contributi per l'attività pugilistica delle società affiliate. 
Tale stanziamento sarà inglobato nel bilancio di previsione 2021 e si tradurrà in ulteriori misure di sostegno alle società affiliate nonché di sviluppo e rilancio dell'attività pugilistica nazionale. 
Volendo quindi fare un sunto sulle prossime proposte di stanziamento a favore del movimento pugilistico, possiamo dire che le società potranno godere di:
1) circa 300.000,00 euro per il rinnovo gratuito dell'affiliazione per le ASD in attività (compreso il tesseramento del tecnico titolare, del Presidente e del Consiglio Direttivo);
2) circa 700.000,00 per il sostegno alle società affiliate nonché per incrementare l'attività pugilistica sul territorio.
Nel frattempo, la Federazione sta cercando,  grazie al coraggio e la determinazione del Presidente Lai e della CTN, di ultimare le fasi finali dei Campionati italiani assoluti e di categoria. A tali eventi nazionali, dovrebbero partecipare, tra dicembre 2020 e gennaio 2021, oltre 370 pugili divisi nelle 3 qualifiche (junior, youth ed elite).
Per quanto riguarda il sottoscritto, ritengo che da ieri l'arcobaleno della speranza sia sceso sul pugilato italiano poiché coloro che amano questo sport hanno cominciato a percorrere, insieme, la strada della saggezza e dello spirito unitario.
Forza: il futuro è del movimento pugilistico italiano. 
Il V. Presidente Vicario 
Flavio D'Ambrosi.

Il coraggio del movimento pugilistico

Il coraggio del movimento pugilistico 

La Federazione, le società ed i tecnici non mollano e continuano, insieme, a produrre pugilato ovviamente nel rispetto delle prescrizioni anti Covid.
Come è noto, la Fpi ha adottato dei Protocolli che hanno permesso le sedute di allenamento dei nostri tesserati nonché lo svolgimento degli eventi Aob e Pro, dando continuazione all'attività ed ossigeno alle nostre società.
Per quanto concerne i Pro, dopo il recente Titolo italiano del 13 novembre u.s, trasmesso in diretta su Raisport, questa sera assisteremo a 2 Titoli italiani, uno femminile ed uno maschile, a cui seguiranno a fine mese ad Titolo un mondiale IBO mentre nel mese di dicembre ad un Titolo UE ed altri Titoli italiani. 
Coriacemente, la Federazione sta cercando delle soluzioni per far svolgere in sicurezza anche le fasi finali dei Campionati italiani di categoria e assoluti. In tal senso, la competente Commissione Tecnica Nazionale avrebbe individuato delle date a dicembre per le fasi finali dei Campionati italiani junior e youth. Mentre le fasi finali degli assoluti potrebbero slittare a gennaio. Vedremo. 
Peraltro, in tema di contributi alle società ed ai tesserati, vorrei rammentare che - con un prossimo stanziamento di circa 365.000,00 euro - la Federazione permetterà alle nostre società di riaffiliarsi gratuitamente per il 2021! 
Tale contributo segue lo stanziamento di oltre 1.600.000,00 euro  - di cui 780.000,00 erogati direttamente alle società - che la FPI ha messo a disposizione, nel corso di quest'anno, a favore dell'intero movimento pugilistico nazionale.
Nonostante i fallimenti del precedente quadriennio ed il macigno del Covid, in questo quadriennio la Federazione ha posto le fondamenta per ripartire di slancio nei prossimi anni.

Lo ha saputo fare investendo -  dal 2017 ad oggi - circa 14.000.000,00 di euro per tutta l'attività sportiva programmata per le Nazionali, per i tornei, i campionati e l'attività ordinaria del movimento pugilistico nazionale Aob e Pro, maschile e femminile, nonché per i servizi connessi a tale attività.

Questi sono fatti e non parole!

A breve, sarà indetta l'Assemblea elettiva nazionale che si svolgerà il 27 febbraio p.v.. Il Presidente Lai e la sua squadra di governo sono piu uniti che mai insieme al nostro grande movimento pugilistico nazionale. 

Il Vice Presidente Vicario 
Dott. Flavio D'Ambrosi. 

L'emozionante salto di visibilita' e qualità del Pugilato PRO

L'emozionante salto di visibilita' e qualità del Pugilato PRO 

 

Ieri sera, sul ring di Mantova, si è  svolta un'altra bella e coinvolgente serata di pugilato che ha fatto compagnia ai tanti appassionati della nobile arte.

Adesso possiamo affermarlo a gran voce: siamo agli albori di una nuova era della boxe PRO italiana, finalmente partecipata ed attenzionata come merita.

Uniti si vince e l'eccellente lavoro di squadra - FPI, Artmediasport, societa' e tecnici - sta producendo quella inversione di tendenza che ha fatto passare il pugilato Pro dal coma profondo, in cui si trovava nel precedente quadriennio,  alla fase di rilancio in cui si trova oggi.

Per quanto riguarda la serata di Mantova, un plauso particolare va, oltreché ai pugili ed ai tecnici, all'organizzazione che ha saputo attuare con scrupolo ed attenzione anche il "Protocollo federale anti Covid"; Protocollo che garantisce, in questo drammatico momento di pandemia, la prosecuzione dell'attività pugilistica.

Negli eventi Pro curati dalla FPI, tutto ormai funziona: luci, suoni, colori. Ognuno svolge con la massima professionalita' il suo ruolo, in una sinergia di intenti che - dal primo all'ultimo suono del gong  - crea quello spirito collaborativo inseguito, con fatica e perseveranza, in questo quadriennio.

Perfetta la visibilita' offerta da parte di RaiSport, nostro partner storico, oggi ancora piu' vicino al mondo della boxe.

Questo e' quello di cui ha bisogno la nostra community soprattutto in un momento dove le emozioni colmano quella mancanza di fisicita' che presto ritroveremo a bordo ring.

Il Pugilato PRO sta uscendo lentamente dal "tunnel" e se continua a farlo anche in un periodo cosi' complicato, vuol dire che finalmente la direzione presa dalla FPI e' quella giusta.

Avanti tutta e godiamoci il ricco programma di boxe PRO di novembre e dicembre su RaiSport, Gazzetta.it e FPI YouTube Official Channel che continuera' a farci sognare uniti piu' che mai. 

Il Vice Presidente Vicario

Dott. Flavio D'Ambrosi

Segui FPI sui social media

FPI - Federazione Pugilistica Italiana

Viale Tiziano, 70 - 00196 Roma

P. IVA 01383711007

Image
Image