fpi logoSi è svolta presso il Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti” di Roma, nella giornata del 17 ottobre, la sesta riunione del Consiglio Federale. Il Presidente Brasca nell’esprimere soddisfazione per i successi sportivi conseguiti agli ultimi Campionati dell’Unione Europea, si congratula con la Commissione Giovanile e i rispettivi Comitati Regionali per l’ottima organizzazione della Coppa Italia Giovanile, svolta a Barge, e del Trofeo CONI, la cui fase finale si è svolta a Caserta.


Sul fronte normativo si è lavorato sulla revisione  del Regolamento Organico, tra le quali la modifica delle norme generali sui trasferimenti e gli adempimenti per il rinnovo dell’affiliazione delle ASD/SSD. Nel Regolamento AOB è stata normata la disciplina del riesame dei verdetti che, come noto, ha abrogato l’istituto del reclamo, in seguito ad una direttiva AIBA, con conseguente soppressione della Giuria d’appello e della Commissione reclamo.


Inoltre, tra le altre novità, sarà consentito per i pugili Junior uomini e donne combattere - oltre che fra di loro sulla distanza delle tre riprese di due minuti ciascuna - nella sola attività ordinaria e sulla stessa distanza - anche con i pugili Youth che non hanno compiuto 18 anni;mentre gli Youth che hanno compiuto 18 anni possono combattere anche con i Senior. Tali indicazioni saranno successivamente recepite nei regolamenti federali e trasmessi con l’emanazione di apposite circolari per l'anno 2015.


Inoltre per l’organizzazione delle “riunioni ordinarie” al fine del contenimento dei costi è stata disciplinata, nel rispetto della circolare FICR 2014, la convocazione dei cronometristi in cui sarà sufficiente 1 solo addetto, come del resto già previsto dal nostro Regolamento AOB. A tal proposito, è in fase di impostazione a partire dal 2015 la creazione di nuove figure all’interno delle ASD con funzioni di cronometraggio limitatamente alle riunioni di attività ordinaria. I Comitati e le Delegazioni Regionali avranno il compito di organizzare specifici corsi di formazione sulla base di programmi appositamente elaborati a livello centrale.


Per il settore PRO, sono state recepite delle istanze della Lega Pro Boxe volte al maggiore decentramento delle funzioni, con particolare riferimento tra l’altro alla gestione del titolo italiano, ed in previsione della imminente assemblea elettiva prevista nel mese di gennaio 2015.


In merito agli impegni di carattere partecipativo per la prossima edizione WSB, il cui inizio è fissato a gennaio 2015, sono stati individuati gli atleti che saranno coinvolti con il team Italia Thunder nel girone B con le franchigie di Kazakhstan, Azerbaijan, Argentina, Puerto Rico, Polonia, Venezuela e USA.


Riguardo alla competizione Pre Ranking Competion APB la stessa vedrà impegnati i pugili Domenico Valentino, Vincenzo Picardi e Clemente Russo, quest’ultimo avrà la possibilità di disputare i suoi incontri in Italia: 24 ottobre a Roma, 21 novembre a Bergamo, 12 dicembre a Caserta e la finale il 30 gennaio 2015 a Catania.


Per il settore formazione tecnici sportivi sono state approvate due importanti convenzioni con l’Università di Tor Vergata di Roma e con l’Università degli Studi “MAGNA GRÆCIA” di Catanzaro che consentiranno di introdurre la materia del pugilato nell’ambito del piano formativo delle due facoltà di scienze motorie e sportive.


Importanti decisioni sono state prese sul fronte dello sviluppo delle politiche sul territorio, e più precisamente: è stata formalizzata la richiesta della concessione per una palestra della Provincia di Roma (Istituto Vespucci - ex Lagrange) in collaborazione con il Gruppo Sportivo Fiamme Oro ed il CR Lazio; è stato avviato con il CR Campania il progetto “Lo sport e l’esercito per il futuro di Napoli” per la riqualificazione della palestra Albricci; è stata deliberata la richiesta di Convenzione FPI-CR CONI Puglia per la palestra di pugilato presso lo Stadio della Vittoria di Bari; infine è stato approvato di inviare una lettera al Sindaco di Pisa per una positiva soluzione per l’impianto della centenaria ASD Galilei.


Il C.F. si è poi chiuso con l'approvazione e la ratifica all'unanimità di numerose delibere di ordinaria amministrazione assunte d'urgenza dal Presidente.