Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Screen Shot 2019 11 12 at 11.36.32APPROVATO IL BILANCIO CONSUNTIVO 2021

Nella giornata odierna si è svolto, in modalità conference call, il Consiglio federale FPI. Nel corso dell’incontro, sono stati approvati diversi importanti provvedimenti e linee di indirizzo che caratterizzeranno l’attività pugilistica dei prossimi mesi. 

Tra i provvedimenti deliberati dal Consiglio fedelare, si segnalano:

1)      Approvazione del bilancio consuntivo 2021 - Il Bilancio è stato approvato dal Consiglio con il parere positivo del Collegio dei Revisori Contabili e dalla Società indipendente di revisione. Come si evince dall’allegata immagine, il bilancio certifica l’enorme sforzo prodotto dalla Federazione, nel sostegno economico alle società e, più in generale, a tutto il movimento pugilistico italiano. Nel 2021, la FPI ha erogato circa 1.800.000 euro tra contributi diretti ed indiretti. Solo alle società sono stati erogati circa 1.200.000 euro di contributi diretti, anche attraverso il prezioso ausilio dei Comitati regionali;

2)      Costituzione di nuova società di servizi – il Consiglio ha deliberato la costituzione di una società di servizi che dovrà portare – attraverso l’offerta di servizi vari – nuove fonti di entrata alla FPI. Ciò permetterà di incrementare le risorse da destinare all’attività sportiva pugilistica, attraverso processi manageriali e garantendo servizi professionali per le esigenze organizzative e gestionali del mercato sportivo;

3)      Revisione del regolamento dei tecnici sportivi – La revisione approvata dal Consiglio federale, porterà ad una diminuzione degli anni per il passaggio di qualifica da tecnico primo livello a tecnico secondo livello (da 7 a 3 anni). Tale revisione è anticipatoria di una complessiva riforma della formazione e della progressione di carriera dei tecnici sportivi – utile ad una rivalutazione qualitativa della categoria dei tecnici di pugilato - che sarà realizzata entro il 2022;

4)      Approvazione proposta nuovo corso di formazione unitario per le qualifiche istruttore giovanile ed istruttore amatoriale – Il Consiglio ha approvato l’avvio di un nuovo corso di formazione la cui frequenza fornirà, allo stesso tempo, le qualifiche iniziali del percorso di carriera dei tecnici sportivi. Tale corso darà la possibilità di insegnare l’attività giovanile, nella fascia d’età 6 12 anni, e l’attività amatoriale. L’idea nasce dall’esigenza di creare delle figure specializzate nel settore non agonistico dell’attività pugilistica ma assolutamente necessarie alla ricerca del talento ed alla promozione dell’attività pre-pugilistica;

5)       Realizzazione del libretto elettronico del pugile – Il Consiglio ha ribadito la necessità di istituire, dal 1 luglio 2022, il libretto elettronico del pugile in sostituzione dell’obsoleto libretto cartaceo. Dal 1 luglio p.v., finalmente il vecchio libretto andrà in pensione ed gli ufficiali di servizio nelle riunioni, a partire dal Commissario di riunione, potranno contare su una nuova “App”  quale strumento funzionale ed agile;

6)      Richiesta di più corsi per le figure di medico di bordo ring – Il Consiglio federale ha approvato le linee guida per un Corso Nazionale di Aggiornamento e Formazione per Medici di pugilato che si svolgerà a Roma il 18 e 19 giugno 2022;

7)      Proposta coordinamento nazionale stage regionali femminili – In analogia con quanto fatto per gli atleti uomini, il Consiglio federale ha approvato l’idea di promuovere, attraverso i Comitati regionali, dei collegiali femminili gestiti da un Maestro individuato dal Direttore tecnico delle Rappresentative Azzurre. La figura scelta dal Direttore tecnico, dovrà coordinare i collegiali regionali femminili – organizzati dai Comitati – individuando le atlete che potranno essere chiamate negli stage delle Nazionali Azzurre. Tale iniziativa sarà propedeutica alla ricerca ed alla crescita delle giovani pugili;

8)      Revisione Regolamento Pro – il Consiglio ha deliberato la possibilità del passaggio del pugili dall’AOB al Pro, anche in deroga al limite dei match previsti, qualora il pugile abbia un adeguato curriculum di match Aob. Tale possibilità sarà condizionata dall’aver riportato il 60% di vittorie sui match effettuati. Inoltre, il pugile che passa Pro, con l’approvazione della deroga, dovrà poi effettuare tre match con pugili pro italiani 3° serie;

9)      Campionato amatoriale Gym Boxe 2022 – Il Consiglio federale ha assegnato alla Regione Marche il Campionato Nazionale Gym Boxe che, come ogni anno, vedrà la sfida tra centinaia di amatori provenienti da tutta Italia. La kermesse sarà un importante volano per la promozione e lo sviluppo dell’attività collaterale a quella agonisticaAOB;

10)  Erogazione contributi per l’organizzazione di eventi Pro di alto livello – sono stati deliberati oltre 40.000 euro per eventi Pro di alto livello (Campionati del mondo, europei, dell’Unione europea ed italiani), organizzati in Italia dal 15 febbraio u.s. al 30 giugno p.v., che hanno visto o vedranno la partecipazione di pugili italiani;

11)  Presentazione e lancio del progetto nuovo progetto di sostegno al movimento pugilistico Pro – Il sottoscritto ha illustrato il nuovo progetto Pro – già in esame alla competente commissione CTP – attraverso cui si stabilirà una diversa forma di sostegno al circuito Pro. Tale progetto mira essenzialmente a supportare i pugili Pro di alta qualità - realizzando una sorta di ranking list - stimolando le società ed i tecnici a costruire i campioni del domani. Il progetto prevede anche dei premi per i pugili, i tecnici e le società collegati alle vittorIe conseguite.

IL PRESIDENTE FPI

Dott. Flavio D’Ambrosi