Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Screen Shot 2019 11 12 at 11.36.32LA QUALITA’ ED IL LAVORO RIPAGANO SEMPRE 

La Federazione continua a lavorare ininterrottamente su più fronti con lo scopo di sostenere le nostre società affiliate ed incrementare l’attività pugilistica, facendo fronte agli effetti negativi del COVID. 

In quest’ottica, mi preme evidenziare che tale lavoro comincia a dare i suoi frutti: dopo alcuni decenni il pugilato tornerà, il 23 aprile p.v., su RAI 2 con il mondiale IBO che vedrà protagonista il nostro pugile Superpiuma Michael Magnesi.

Con il prezioso ausilio della Società Artmediasport, la Federazione sta riuscendo a dare al pugilato italiano gli spazi televisivi che merita. Ciò, non è frutto del caso o della fortuna ma di un attento lavoro di programmazione, investimenti e, non ultimo, di rapporti professionali ed istituzionali che hanno ridato credibilità e lustro al movimento pugilistico italiano.

In attesa del torneo di qualificazione olimpica, chi scrive si è recato, nella giornata del 30 marzo u.s., presso il Centro federale di Assisi. Proficuo è stato l’incontro con lo staff tecnico Azzurro e con gli atleti. 

Con estremo piacere, lo scrivente ha notato che la riorganizzazione delle Squadre Azzurre – messa in atto a partire dal 10 marzo u.s. - sta portando chiarezza e serenità in tutto l’ambiente della Nazionale tanto da avere delle positive ricadute, anche in termini di concentrazione e determinazione, su tutti gli atleti della compagine Azzurra.  

Nel frattempo, il sottoscritto e la sua squadra di consiglieri federali si sono riuniti – nella giornata del venerdì santo – per il terzo Consiglio federale di questo quadriennio, nel corso del quale sono state prese altre importanti decisioni:

  1. deliberato lo svolgimento dei “Campionati italiani under 22” che avranno luogo nei primi giorni del mese di luglio p.v. L’importante manifestazione vedrà tantissimi giovani pugili, uomini e donne, affrontarsi per il Titolo italiano che sostituirà un anacronistico Torneo Guanto D’Oro;
  2. deliberato lo svolgimento dei “Campionati Europei under 22” che avranno luogo in Abruzzo dopo la metà di giugno p.v. Il prestigioso evento ospiterà le più forti nazioni europee e sarà un importante banco di prova per testare i nostri pugili e dimostrare, ancora una volta, le indubbie capacità organizzative della FPI;
  3. deliberato lo stanziamento di 60.000,00 Euro, a favore dei Comitati regionali, per sostenere lo svolgimento di attività interregionale tra pugili, uomini e donne, (schoolboys-schoolgirl, junior e youth). L’iniziativa sarà utile per incrementare l’attività pugilistica dei giovani e per permettere loro di confrontarsi con avversari di altre Regioni. Per ogni evento interregionale indetto dai Comitati e Delegazioni regionali (di una o più giornate con almeno 10 match tra pugili delle suddette categorie) sarà erogato un contributo al Comitato regionale di € 1.000,00 a giornata fino al massimo di 4 giornate (€ 1.500,00 per le isole e senza limite previsionale dei 10 match);
  4. deliberato lo stanziamento di circa 80.000,00 Euro per sostenere le ASD e le SSD nell’organizzazione di eventi pugilisti ordinari che prevedano lo svolgimento di match tra pugili italiani Pro, di cui uno under 26, 2^ e 3^ serie. Tale sostegno – utile allo sviluppo dell’attività ordinaria dei Pro – si concretizzerà in un contributo che la Federazione erogherà direttamente alla organizzatrice per ogni incontro Pro (con proprio pugile), fino al massimo di 2, pari a Euro 500,00 (Euro 750,00 per pugili Pro delle isole). Il contributo in questione potrà cumularsi anche con altri tipi di contributi erogati dal Comitato regionale;
  5. eliminato il divieto di poter ricoprire, contemporaneamente, incarichi direttivi societari con il tesseramento di atleta e tecnico. Ovviamente, rimarrà l’incompatibilità statutaria tra la carica di presidente societario e tecnico sportivo;
  6. aggiornato l’elenco federale dei formatori ed approvata l’iniziativa del Corso Nazionale riservato ai formatori, da svolgersi in modalità e-learning. Tale modalità agevolerà la presenza, soprattutto in un periodo di restrizioni COVID, dei nostri tesserati ai predetti corsi.

Mentre registriamo dei segnali di forte ripresa dell’attività pugilistica ordinaria, la Federazione ha programmato, da qui fino al mese di luglio, una straordinaria attività nazionale ed internazionale. Dal Torneo WBL - passando per il Torneo Mura, il Campionato italiano femminile, il Campionato Europeo under 22 ed il Campionato Italiano under 22 – si prevede che saranno circa 700, tra uomini e donne, i giovani pugili chiamati, nell’arco di soli 3 mesi, a competere sul ring! 

Questa è la realizzazione concreta di quella politica di crescita e sviluppo del talento che la FPI sta perseguendo con tenacia. 

Colgo l’occasione per augurare a tutto il movimento pugilistico nazionale, una serena e santa Pasqua, in ricordo di un uomo che, circa duemila anni fa, dava la sua vita per l’intera umanità. 

Il Presidente della FPI

Dr. Flavio D’Ambrosi