Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Screen Shot 2019 08 20 at 12.04.14Importanti novità. 

Il Consiglio federale si è aperto, come di consueto, con la relazione del Presidente Lai che ha voluto evidenziare lo straordinario percorso delle Rappresentative Azzurre compiuto in questo quadriennio. 

Grazie al prezioso contributo del movimento pugilistico nazionale (società e tecnici) l'Italia del pugilato ha vinto 105 medaglie, 39 soltanto in questo anno, nei vari Campionati mondiali ed europei assoluti e di categoria.

Il Presidente ha voluto comunicare, altresì, che in virtù degli ottimi rapporti tra FPI e Coni, nel mese di dicembre p.v., verrà consegnata la massima onorificenza dello sport italiano, il collare d'oro, a 12 ex grandi atleti del movimento pugilistico, premiando in tal modo la grande tradizione della nobile arte italiana. 

Il Consiglio ha preso atto, inoltre, della positiva sperimentazione realizzata dal competente Settore Sanitaro, per l'apertura della pratica pugilistica ai diversamente abili. Al riguardo, la Federazione ha incontrato il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli, che ha espresso la massima condivisione sull'obiettivo di far tesserare con la Federazione, atleti disabili che potranno svolgere pratica pugilistica amatoriale senza contatto ovvero prepugilistica. Per raggiungere tale obiettivo, già dal 2020, sarà stipulato un apposito Protocollo i cui contenuti dovranno essere oggetto di valutazione da parte dello stesso CIP. Risultato eccezionale e di enorme valore sociale.

Per quanto concerne gli altri punti trattati dal Consiglio federale, è utile segnalare:

1) le variazioni di bilancio per l'assegnazione di ulteriori stanziamenti - rispetto a quelli inseriti nel bilancio preventivo 2019 - principalmente per l'attività sportiva di alto livello e per l'attività del territorio. Quest'ultima assegnazione pari a circa Euro 135.000,00 devoluti ai Comitati regionali per l'attività delle società;

2) il Consiglio ha appreso che il Sport e Salute  ha deliberato un contributo straordinario di Euro 943.271,00 - il più alto contributo straordinario dato alla Federazione negli ultimi 20 anni - proprio in virtù dell'alta efficienza mostrata dalla F.P.I, in questo quadriennio, nell'attività di promozione ed alto livello. Un prestigioso riconoscimento per l'attività svolta dal Presidente e dal Consiglio federale, a favore di tutto il movimento pugilistico nazionale;

3) al fine di contrastare l'attività pugilistica svolta da società non affiliate, il Consiglio federale ha delegato il Segretario generale a verificare i contenuti di un accordo - con l'Ente di promozione CSEN - per disciplinare l'attività svolta da quell'Ente, diretta alla pratica pugilistica, riportandola sotto l'egida ed il controllo della FPI. Ovviamente, alla Federazione rimarrebbe l'esclusiva gestione dell'attività agonistica;

4) istituzione, dal 2020, dei Campionati italiani schoolgirl, junior e youth. Le modalità di realizzazione saranno definite dalla competente Commissione;

5) l'atleta che proviene dagli sport da ring, verrà automaticamente immesso nella fascia Elite 1, fermo restando il compimento dei 19 anni;

6) approvazione di una classifica generale annuale per le società Pro, attraverso cui distribuire contributi alle stesse società in relazione a dei criteri agganciati all'attività sportiva ed organizzativa. Tale classifica sarà redatta già dal 2020 per l'attività del 2019 e dovrebbe dare luogo all'erogazione di un contribuito di 100.000,00 a favore delle citate società, finanziato da apposito sponsor individuato dalla società Artmediasport. Le società Pro potranno fruire gratuitamente, dal 2020, anche dello streaming per gli eventi non coperti dalle televisioni. Sono stati approvati altresì dei contributi straordinari per le società Pro che non rientreranno, da qui alla fine dell'anno, all'interno della programmazione di eventi trasmessi su RAI Sport;

7) approvato Protocollo tra Fpi e la Enit Cultura Italia, per intensificare la promozione e la divulgazione degli eventi pugilistici. Ciò fornirà un positivo ritorno d'immagine alle società affiliate ed ai tesserati;

8) razionalizzazione delle tariffe per i servizi medici di bordo ring 

9) conferimento benemerenze a tecnici sportivi.

Il Vice Presidente Vicario 

Dott. Flavio D'Ambrosi