Lente di ingrandimento

IL PUNTO DEL PRESIDENTE FLAVIO D'AMBROSI:Le squadre Azzurre volano come tutto il movimento pugilistico italiano ma le sconfitte ingiuste pesano.

IL PUNTO DEL PRESIDENTE FLAVIO D'AMBROSI:Le squadre Azzurre volano come tutto il movimento pugilistico italiano ma le sconfitte ingiuste pesano.

Le squadre Azzurre volano come tutto il movimento pugilistico italiano ma le sconfitte ingiuste pesano.

Ai Campionati europei youth le squadre Azzurre, femminile e maschile, ottengono ben 6 medaglie, portando a ben 128 i podi conquistati dalle Nazionali Azzurre, dal 2021 ad oggi.
Successi e prestazioni sportive incoraggianti degli atleti italiani - che riportano il pugilato italiano a posizioni internazionali degne della sua tradizione - induco all'ottimismo e fanno intravvedere un futuro meno nebuloso.
Peraltro, siamo tutti coscienti che la strada del completo risanamento della nobile arte italiana - con la risoluzione delle problematiche che da decenni l'affligono - è ancora lunga ed irta di difficoltà.
In pochissimi anni siamo usciti dal tunnel di una profonda crisi la cui significativa entità si era palesata ai Giochi olimpici di Rio 2016, quando si tornò con zero medaglie, e dal profondo coma del pugilato Pro registrato nel 2017.
Oggi il pugilato italiano sta crescendo sia in termini quantitativi - quest'anno supereremo agevolmente le 1.100 società affiliate e i 75.000 tesseramenti complessivi - che in termini qualitativi (le vittorie delle Squadre Azzurre ed il ritorno prepotente dei pugili Pro nelle prime posizioni di classifica delle maggiori liste internazionali ne sono un'inconfutabile testimonianza).
Dopo lo splendido match di Magnesi, tradito solo da un'ultima sfortunata ripresa, ecco l'altro grande match di Vianello - disputato negli Stati Uniti - a comprovare che i pugili italiani pro si stanno avvicinando sempre più ai vertici internazionali.
Purtroppo, dopo il clamoroso furto subito da Abbes nel 2023, ecco quello subito da Vianello. Una clamorosa ingiustizia che ha precluso il titolo mondiale silver al pugile italiano.
Oggi l'Italia meriterebbe già di essere ai vertici mondiali, sia nel dilettantismo che nel professionismo, a testimoniare le attuali, vive potenzialità del pugilato italiano. Potenzialità che, tuttavia, non tarderanno ad esplodere, sconfiggendo anche le ingiustizie. Ne sono convinto.
In tale contesto, sempre più società sportive trovano redditizio avviare corsi di pugilato e quelle già esistenti hanno implementato il bacino d'utenza dei loro corsi, amatoriali ed agonistici.
Soprattutto nella fascia d'età tra i 6 ed i 18 anni - che rappresentano oltre il 65% dei nostri pugili tesserati - c'è "fame" di pratica pugilistica.
I tecnici ed i maestri hanno intercettato tale positivo andamento e la loro attenzione è sempre più orientata, come solo loro sanno fare, alla "ricerca del talento" ormai epicentro delle politiche sportive federali.
Dovremo ancora combattere aspramente nel prossimo futuro - anche con adeguate razionalizzazioni di spesa e massimizzazioni dei ricavi - ma con la certezza che il pugilato italiano è ormai pronto alle grandi sfide.
Road to Parigi.
Il Presidente Fpi
Dott. Flavio D'Ambrosi

Related Articles

Italia Boxing Team al 1° allenamento in Thaliandia in vista dell'inizio del 2° Torneo di Qualificazione Olimpica 2024

Italia Boxing Team al 1° allenamento in Thaliandia in vista dell'inizio del 2° Torneo di Qualificazione Olimpica 2024

“Boxing For Change”: il pugilato a scuola e in carcere in Italia, Spagna e Romania

“Boxing For Change”: il pugilato a scuola e in carcere in Italia, Spagna e Romania

Grandissimo Derby tricolore per l’EBU silver Pesi SUperGallo

Grandissimo Derby tricolore per l’EBU silver Pesi SUperGallo

Segui FPI sui social media

FPI - Federazione Pugilistica Italiana

Viale Tiziano, 70 - 00196 Roma

P. IVA 01383711007

Image
Image