Pres1Le nuove sfide del pugilato italiano. Sul ring per vincere 

Si riparte dopo la breve pausa estiva. Il movimento pugilistico italiano è atteso da nuove sfide che la Fpi è fortemente intenzionata a vincere.

Il 30 agosto pv., il sottoscritto incontrerà tutti i Presidenti dei Comitati regionali. Nel corso dell'incontro saranno illustrate le tante novità che investiranno il movimento pugilistico italiano.

In particolare, nei prossimi Consigli federali la mia squadra di governo sarà chiamata ad elaborare, attraverso il nuovo bilancio preventivo, il piano di sostegno economico a supporto delle società affiliate.

Sostegno la cui entità sarà fortemente condizionata dai contributi straordinari erogati dalla Società "Sport e Salute". Per tale motivo, la Federazione ha lavorato intensamente, anche nel mese di agosto, alla preparazione di specifici progetti richiesti dai bandi della predetta Società.

Altre importanti novità arriveranno dal settore sanitario, dalla formazione, dal settore tecnici sportivi, dall'implementazione dei collegiali interregionali nonché dall'assegnazione dei tornei di qualificazioni olimpica.

A fine settembre l'Italia ospiterà l'ennesimo evento internazionale: il Campionato europeo juniores. Grazie alla politica di ospitalità di eventi pugilistici internazionali - che in questo quadriennio si ripete con frequenza annuale - l'Italia pugilistica sta consolidando la sua credibilità ed il suo prestigio.

Non sarà di meno il settore Pro. Già da settembre i nostri pugili sono chiamati a delicate sfide internazionali. Alcuni di essi verranno monitorati anche per un possibile inserimento nella Nazionale Aob e per l'eventuale partecipazione ai prossimi tornei di qualificazione olimpica.

Il mese di settembre porterà anche una straordinaria innovazione: l'informatizzazione dei libretti cartacei dei pugili Aob.

Finalmente le società ed i tesserati potranno controllare, in tempo reale, la situazione tesseramento, visita medica, eventuali fermi, ecc., dei loro pugili con una semplicissima app - collegata al Coninet ed al sito istituzionale Fpi - da scaricare sul proprio cellulare.

Tale applicazione sarà utilizzata in sede in gara, eliminando l'obsoleto e fastidiosissimo rito del libretto cartaceo che più di una volta ha creato problemi ai nostri tesserati ed ai commissari di riunione.

Nel frattempo, lo scrivente ha riprogrammato la visita presso i Comitati regionali per incontrare le società affiliate. A settembre sarà la volta delle Marche, ad ottobre il Piemonte e poi la Lombardia.

Noi siamo pronti alle nuove sfide.

Allora guardia alta e coraggio.

Il Presidente Fpi

Dott. Flavio D'Ambrosi