Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Screen Shot 2019 12 02 at 12.31.55Eccellente il livello tecnico della dilettantistica tenutasi alla Palestra “Indomita 1941” a Via Merulana, sabato 30 Novembre,  otto i match in programma, Commissario di riunione Sig. Vincenti, arbitri Sigg. Marsili, Leva e Marzuoli.

De Vita ( Santa Marinella) vince ai punti su Poggi  ( Indomita) . Aprono  la riunione i  due Jr di 57 kg, Poggi recente protagonista ai Campionati Italiani di categoria, concede la rivincita a DeVita  da lui superato ai punti nelle eliminatorie regionali. Tre riprese fotocopia, due ragazzi molto bene impostati, di sicuro avvenire, con Poggi sempre proteso all’ attacco e con De Vita leggermente più alto a contrarlo con colpi dritti, iniziale vantaggio per l’atleta di casa che si muove bene sul tronco per evitare il sinistro di De Vita, poi il pugile della “Santa Marinella Ring” , cava dal suo repertorio un colpo tenuto  in serbo, un montante destro che porta con sempre maggiore frequenza sugli attacchi di Poggi. E’ un colpo efficace e spettacolare che seppure di un soffio fa pendere il verdetto a suo favore.

Seminara (Talenti) vince ai punti su Verginelli ( Ecole de Combat). Il secondo match della riunione vede di fronte i due Elite 75 kg, che danno vita a un match intenso e combattuto, Seminara sempre proteso all’ attacco alla ricerca della  corta distanza, scarica duri colpi al bersaglio grosso, Verginelli agile sulle gambe e con colpi dritti di sbarramento cerca di contrastare l’azione di Seminara, che malgrado una terza ripresa in leggero affanno, si aggiudica il verdetto grazie a una forza atletica che gli ha permesso nelle prime due riprese di accumulare un giusto vantaggio.

Buzzi ( Indomita) vince ai punti su De Angelis  ( Boxe Diori). Il terzo match contrappone i due Youth 57 kg, in cui a sprazzi  danno  da subito vita a un match molto intenso in cui inizialmente nessuno dei due  riesce a  prevalere, Buzzi è sempre proteso all’ attacco ma De Angelis più reattivo rientra con colpi velocissimi al tronco, l’ ultima tornata vede Buzzi generosissimo sempre proteso all’ attacco, De Angelis cala il suo ritmo e malgrado un finale della terza ripresa in crescendo non convince i  giudici che danno il verdetto all’ atleta di casa, premiando la sua generosità, ma un pari sarebbe stato più giusto.

Rogai  ( Audace) vince per ko 2 round su Rezk ( Fortitudo). Con Rogai e Rezk entriamo nella categoria Elite dei 91kg, l’ atleta di Gabriele Venturini mette in mostra un destro corto in montante e in gancio terribilmente veloce e che non lascia presagire nulla di buono per il suo avversario. Rezk generosissimo non si sottrae alla battaglia e non arretra di un passo  ma il pericolo è latente,  e  nella seconda tornata il gancio destro di Rogai trova il bersaglio, esplode sulla mascella di Rezk e chiude la partita.

Granieri ( Centocelle) vince ai punti su Angieri ( Indomita) . Due atleti, alle prime esperienze pugilistiche, due Elite 81 kg, in cui  l’emozione la fa da padrone, molta buona volontà , colpi dritti ancora da perfezionare come velocità e tempismo, tuttavia il coraggio a entrambi non manca e anche grazie a un conteggio inflitto all’ avversario nell’ ultima ripresa, Granieri, allievo del maestro Oggiano si aggiudica meritatamente il verdetto.

De Attilis ( Indomita) e Felici ( Colonna) Parità. Due Elite 69 kg a confronto, match intensissimo combattuto prevalentemente a corta distanza con i due atleti che danno vita a scambi  continui e serrati, la maggiore fisicità del pugile dei  Maestri Macchi e Ceci spesso è più efficace, ma De Attilis è sempre sul match e alcuni buoni colpi dritti portati in finale di match gli permettono di agguantare un insperato pareggio.

Fiorillo ( Indomita) vince ai punti su Cosimi ( Arcesi) . Buon match tra due Elite 69 kg, in cui prevale un pugilato sulla lunga distanza, il pugile dell’ Indomita, in guardia destra è maggiormente attivo e  spesso il suo sinistro dritto penetra la difesa di Cosimi assistito all’angolo da Arcesi e  Mario Manfredi. Verdetto giustamente per Fiorillo, ma spettacolo nello spettacolo, il Maestro Alberto Arcesi, capace di sparare consigli al suo pugile con una velocità di parola supersonica.

Ramos ( Volpe) vince ai punti su Zanda ( Indomita) . Match clou della serata tra  Elite di prima, 60 kg, si combatte senza caschetto e le aspettative non deludono, per tre riprese Zanda è continuamente proteso  all’ attacco, ma con un crescendo continuo, Ramos mette in mostra un sinistro lungo e specialmente in gancio che spegne tutti i generosi tentativi di Zanda. Alcuni sinistri portati da Ramos d’ incontro sugli attacchi di Zanda strappano sportivi applausi al numeroso pubblico, a  favore di Ramos giustamente il verdetto.