Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Cintura Titolo ItalianoSono qualificati Pro pugili in possesso di idonei requisiti tecnici accertati dalla FPI, che esercitano l’attività sportiva stipulando contratti per uno o più incontri con società organizzatrici. Nessun pugile è autorizzato a svolgere la propria attività sportiva se non ha provveduto al tesseramento per l’anno in corso.

 

Passaggio al Settore Pro

Affinché un AOB possa inoltrare richiesta di passaggio ai PRO è necessario che sia maggiorenne, elite 1° serie, in regola con il tesseramento e che abbia disputato almeno un match entro i sei mesi precedenti l'inoltro della richiesta. Ottenuto l’autorizzazione dalla Commissione Tecnica Nazionale (CTN), ratificata dal Consiglio Federale, deve regolarizzare il suo tesseramento entro 12 mesi.

 

Tutela Sanitaria

Per la tutela sanitaria ogni atleta pro deve sottoporsi a visite e accertamenti per il certificato di idoneità agonistica e a visita di reintegro dopo sconfitta prima del limite (KO, KOT, ABB). Per maggiori informazioni vedi settore sanitario.

 

Attività agonistica oltre 40 anni

In deroga all’art. 9, c.4 del Regolamento Sanitario, è consentito ai pugili pro di proseguire la loro attività agonistica anche dopo il compimento del 40° anno, purché nel corso dei 12 mesi antecedenti abbiano disputato almeno un incontro. I pugili pro dovranno sostenere almeno un incontro ogni sei mesi e sottoporsi presso la Commissione Medica Federale (C.M.F.) alle visite e accertamenti strumentali e di laboratorio stabiliti ogni sei mesi, rispettando puntualmente le scadenze e le normative vigenti.