Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Screen Shot 2019 03 19 at 10.15.25g.o.) Confortante spettacolo al Palazzetto dello Sport di Frascati (oltre 500 spettatori) per assistere alla serata pugilistica allestita dalla Cinderella Promotion del promoter Alessandro Fratarcangeli, che ha fatto salire sul ring quattro atleti del suo team opposti ad avversari validi che hanno impegnato i ragazzi di casa.

In apertura, William Sestili (1-0-1) ha affrontato l’imbattuto Greco Thodoris Ritzakis (2-0-1) in un match molto intenso e incerto. Sei riprese all’insegna dello scambio di colpi senza soluzione di continuità. Un testa a testa molto apprezzato dal pubblico, per l’impegno dei due pugili, nessuno dei quali disposto a fare un passo indietro. Nonostante la migliore precisione del pugile romano, allenato dal trio Mattiloli, De Carolis, Ascani
i giudici hanno emesso un verdetto di parità, ritenendo che da parte del greco, vi fosse stato un maggior volume di pugni. Verdetto accettato da entrambi gli angoli, che stuzzica ad una rivincita in tempi brevi.

Nel match successivo tocca a Osvaldo Gagliardi (4-2-4) e ad Ondrej Schilder (1-1-0) della Repubblica Ceca. Per la prima volta Gagliardi, nativo di Capua, pugilisticamente formatosi a Milano, dove ha disputato quasi tutti gli incontri, si presenta a Roma. Dopo un avvio difficoltoso di carriera, con quattro pareggi, due sconfitte e una vittoria, l’esplosione contro il più quotato Donatello Perrulli, che batte due volte, facendolo anche contare. Il pubblico del Teatro Principe di Milano, lo prende in simpatia per la boxe generosa e spettacolare. Pareggia col quotato Sito e raggiunge la quarta vittoria davanti alla gente di Frascati, grazie all’interessamento della Cinderella Promotion. Nel suo esordio romano, guidato dal maestro Daniele Ceci, si impone su un ottimo Schilder, molto generoso che ha tentato in ogni modo di superare l’avversario, mostrando doti non solo combattive ma anche tecniche. Per questo la vittoria di Gagliardi è di assoluto valore, confermando di possedere anche un pizzico di potenza, come dimostra il conteggio fatto subire al rivale.

All’ingresso sul ring di Manuel Parrini (1), paludato con un passamontagna bianco, nel segno delle entrate all’americana, il Palazzetto di Frascati si è entusiasmato e infiammato. Parrini, allenato da Mattioli e Ascani, non ha deluso le attese, affrontando con grande determinazione il greco Tzemal Xouseinoglou (1-2-2), un brevilineo tosto, venuto in Italia con la determinazione di vincere. Parrini lo ha affrontato molto concentrato e in alcune fasi con una certa spavalderia. Che gli è costata un conteggio, per eccesso di fiducia, su colpo/scivolata, ininfluente nella valutazione totale, visto che l’italiano ha prevalso nettamente, mostrando buoni fondamentali.
Il supermedio di Talenti (RM), Michael Azzarà (5) tornava a combattere dopo una sosta di quasi due anni per una serie di infortuni. Prima della lunga sosta si era costruito un bel poker di vittorie, l’ultima il 22 aprile 2017 sul quotato siciliano Ignazio Crivello. Il romano ha dimostrato di aver cancellato molto bene la ruggine dell’inattività prolungata, offrendo un’ottima prova contro il greco Grigoris Nikolopoulos (2-3-2), presentatosi anche lui a Frascati non certo per fare da comparsa. Infatti il match è risultato molto combattuto, con la costante iniziativa di Azzarà, presentatosi in ottima condizione, il che gli ha permesso di tenere sotto controllo il combattimento, frenando le ambizioni del rivale. Ancora qualche incontro di rodaggio e poi l’ambizione giustificata di battersi per il tricolore.
Il pubblico di Frascati ha apprezzato lo spettacolo applaudendo tutti gli incontri. L’organizzatore Alessandro Fratarcangeli, visto il successo della serata, si propone di tornare per un ulteriore appuntamento con gli stessi protagonisti e qualche nome nuovo.