Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Il maestro benemerito Vincenzo Quero premia il pugile pro Attolino al Trofeo Masseria RuinaTempo di bilancio per la Quero-Chiloiro, la società campione d’Italia 2018, campione d’Italia Giovanile 2013, 2014, 2017, 2018, stella d’argento al valore sportivo CONI e fucina di tanti talenti che nel corso di questi ultimi quarantanove anni, dalla fondazione della società a opera del maestro benemerito Vincenzo Quero, hanno dominato i ring di tutto il mondo rincorrendo il sogno della boxe.

Dopo il rovente tour “Estate 2019”, conclusosi il 3 agosto, la Quero-Chiloiro può vantarsi di aver organizzato in quest’anno di attività agonistica ben dieci eventi pugilistici suddivisi in dodici giornate. L’anno è iniziato con il 2^trofeo Netium svoltosi presso il centro commerciale Mongolfiera di Molfetta, che ha visto come protagonista di un match professionistico il cruiser Claudio Squeo; a seguire, è stato organizzato il 3^trofeo Città di Palagianello presso la scuola media Marconi di Palagianello. Suddivisi in tre giornate, si sono svolti nel tensostato delle Fiamme oro di Brindisi il torneo regionale FPI élite 2^serie e il 19^trofeo dell’amicizia, che hanno visto gareggiare alcuni tra i migliori atleti provenienti dal territorio jonico. Il 3^trofeo Masseria Ruina a Faggiano si è fregiato del debutto del peso medio Cosimo Attolino nel professionismo, successivamente si sono svolti il 4^trofeo Città di Conversano presso il bell’anfiteatro Belvedere e il 2^trofeo Città di Laterza al parco urbano Giovanni Paolo II. A luglio, l’organizzazione più importante dell’anno per la Quero-Chiloiro è stata un successo strepitoso, quando la centrale piazza Immacolata di Taranto è stata letteralmente invasa dal pubblico che ha assistito al 18^trofeo Città di Taranto e ha esultato nel match del beniamino di casa Attolino al suo secondo incontro “pro”; l’evento ha raggiunto più di diecimila visualizzazioni ed è stato trasmesso in differita nazionale sul canale del digitale terrestre fight network. Gli ultimi tre eventi organizzati “per ora” dalla Quero-Chiloiro sono il 3^trofeo San Giovanni in piazza san Giovanni a Sava, il 12^trofeo città di Mottola in piazza XX settembre e la 6^edizione di Boxe sotto le stelle in piazza Kennedy a Castellaneta marina.

Contemporaneamente alle partecipazioni delle riunioni casalinghe, i pugili della Quero-Chiloiro hanno girato quasi tutta l’Italia per le impegnative trasferte svoltesi in diversi luoghi: Milano, San Severo in occasione del confronto Italia-Albania, in Piemonte per il torneo nazionale femminile élite 2^serie, presso  il Roma Convention Center per l’assalto al titolo italiano pesi medi del professionista Marco Boezio, in Sardegna a Jerzu, a Barletta, in provincia di Pescara, a Magione in Umbria, a Gorizia per il Guanto d’oro maschile trofeo “Aldo Garofalo”, a Latina, Livorno, Castel di Casio a Bologna e infine Tricase.

I match dilettantistici sono in totale 109, di cui 78 vittorie, 9 pari e 22 sconfitte, alle quali si aggiungono 3 vittorie e 1 sconfitta dei match professionistici. Accanto a questi traguardi, spiccano quelli del fiorente settore giovanile: 88 partecipazioni di 26 piccoli atleti della Quero-Chiloiro dei sui 40 tesserati al settore giovanile della Federazione Pugilistica Italiana nei sei criterium organizzati nelle varie tappe pugliesi, uno dei quali è stato organizzato dalla società tarantina presso la struttura del Palafiom a Taranto.