Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Screen Shot 2018 12 18 at 11.56.42Tradizione rispettata alla Boxe Indomita dove il 15 Dicembre u.s. si è tenuto il consueto appuntamento pugilistico pre Natalizio. Nove incontri in programma, quasi tutti di ottimo contenuto con protagonisti ben sette atleti della società del Maestro Felice Riotta. Su tutti il confronto tra il portacolori dell’ Indomita Zanda e l’atleta della “Boxe Universo” Federico Messina. Un confronto tra due Elite 60 kg che non ha avuto niente da invidiare a un match professionistico, per intensità, tecnica e spettacolo offerto, senza dubbio il miglior match della serata, ma veniamo alla cronaca della manifestazione.
Aprono la riunione gli Youth 55 kg Buzzi dell “’Indomita” e Cannavò dell’ “Ecole de Combat”, più alto Buzzi che subisce all’inizio la maggiore velocità di Cannavò, abile a entrare e uscire con veloci uno due dalla guardia di Buzzi, ma alla lunga è un lavoro dispendioso e sul suo calo di ritmo, c’è il recupero di Buzzi che fa valere i suoi colpi dritti, fino ad aggiudicarsi di un’incollatura la vittoria. Un bel match tra due pugili ben impostati.
Il secondo match in programma vede opposti i Senior 64 kg Torbidoni dell’ “Indomita” e Negro della “Colombo”. Inizia bene Negro che più alto fa valere la sua boxe dalla lunga distanza, ma Torbidoni non demorde, cresce col passare dei minuti e complice un calo atletico di Negro, entra spesso nella sua guardia con serie di ganci al capo che gli valgono meritatamente la vittoria.
Il terzo match oppone gli Junior 69 kg Montone dell’ “Indomita” e Cicco della “Boxe Anzio”, si inizia con un grande ritmo più efficace nella corta distanza Montone, più efficace dalla lunga distanza Cicco. L’atleta allenato da Rinaldi continua nella sua azione e nella ripresa centrale prende il largo, contenendo nel terzo round il generoso ritorno di Montone che non riesce a colmare lo svantaggio. Vittoria per l’ anziate.
Il quarto match oppone i Senior 69 kg, Astorino della “Cavaliere Nero” e Barletta della “Boxe Volsca”, due atleti evoluti ed esperti che mettono in luce un pugilato brillante a media e a corta distanza, con scambi di colpi continui, con fasi alterne di vantaggio, tre rounds intensi con vittoria di Astorino che nel round centrale ha messo a segno precisi colpi al capo.
Nel quinto match sono di scene due ragazze, le Elite 57 kg Casella della “Boxe Indomita” e Andreani della “Boxe Conca d’Oro”. Dopo un primo round di studio, nel secondo la lotta entra nel vivo con scambi continui a corta distanza, con colpi non sempre precisi. Nell’ultima tornata Casella va a segno ripetutamente con colpi dritti ma Andreani chiude con un generoso finale che gli fa acciuffare sul filo di lana un verdetto di parità.
Il sesto match in programma, come già detto, è uno spettacolo assoluto che da solo ha valso il prezzo del biglietto. Di fronte due atleti evoluti, gli Elite 60 kg, Fabio Zanda della “Boxe Indomita” e Federico Messina della “ Boxe Universo”. Tre riprese di fuochi d’artificio che hanno più volte trascinato agli applausi i numerosi presenti, con Messina sempre leggermente superiore a Zanda per tecnica e velocità, contro un avversario mai domo. Vittoria ai punti meritata per Messina, un pugile che per tecnica e ritmo non ha nulla da invidiare a tanti pugili prof.
Il settimo match , ha visto contrapposti i Senior 57 kg , Sassi della “Planet Fitness” e Villa della “Boxe Frontaloni”. Tre riprese fotocopia, con Sassi sempre alla ricerca della corta distanza e Villa che per tutti e tre i round ha contrastato i veementi assalti di Sassi . Condotta che gli è valsa l’aggiudicazione del verdetto.
L’ottavo match ha visto di fronte Di Curzio della “Boxe Indomita” e Cannella della “Pugilistica Volsca”, due Junior 75 kg. Tecnicamente più dotato l’allievo di Felice Riotta, ha condotto il match con colpi dritti puntualmente a segno, ma nel finale un Cannella generosissimo si è prodotto in un forcing continuo che sebbene ben rintuzzato da Di Curzio gli è valso l’ aggiudicazione di un generoso verdetto.
L’ultimo match della valida riunione ha visto i Senior 60 kg Cini dell’”Indomita” e Ranieri della “Boxe Frontaloni” , dopo una prima ripresa di studio, il match entra nel vivo nel secondo round con Cini che prevale leggermente grazie alla sua maggiore velocità di esecuzione, nell’ultima tornata scambi rabbiosi tra i due generosissimi atleti, con la vittoria che premia Cini per il leggero vantaggio ottenuto nella parte centrale del match.