Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

logoFPI100Si è svolto a Mercato San Severino il 6° Consiglio Federale il giorno 22 ottobre u.s., che ha riaffrontato il tema relativo alle prospettive organizzative e programmatiche del futuro prossimo in particolare sulla riorganizzazione del settore tecnico azzurro.

Nell’ambito delle proprie attività amministrative è stato recepito un pacchetto di modifiche nei seguenti regolamenti:

  • Regolamento di Giustizia (art. 66)
  • Regolamento Organico (art. 24 e articolo 16 bis)
  • Regolamento Settore Pro (artt. 50, 71, 92, 114, 115 e 116)

Si è preso atto della lettera di dimissioni del Presidente della Lega Pro Boxe, con effetto dal 1° novembre 2016, e alla difficile situazione in cui versa la Lega. Considerata la decisione presa dall’AIBA che consente al Settore Pro di non dover più uscire dalla FPI dal 31/12/2016 unitamente, il Consiglio Federale ha deliberato che le attività all’epoca delegate alla Lega Pro Boxe torneranno dal 1° gennaio 2017 in seno alla FPI, fermo restando il pieno rispetto delle attività statutariamente demandate alla Lega Pro Boxe a cui rimane il compito di coordinare, secondo le direttive federali, il sostegno, la promozione e l’organizzazione delle manifestazioni agonistiche pro ed il diritto di cessione dell'immagine, di diffusione radiotelevisiva, di abbinamento e/o sponsorizzazione con propria autonomia organizzativa, amministrativa e funzionale. In tal senso, su istanza presentata dalla Lega Pro Boxe, sono stati approvati i nuovi criteri di autorizzazione degli incontri Pro che avranno effetto a partire dal 1° gennaio 2017, volto a innalzare il livello tecnico e qualitativo degli incontri PRO.

Il C.F. si è poi chiuso con l'approvazione e la ratifica all'unanimità di numerose delibere di ordinaria amministrazione assunte d'urgenza dal Presidente nell'ultimo mese.