Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

VENETO


Campagna


Mestre, 28/09/’13 – (L. F.) - Diciamolo subito è stata una normale riunione di pugilato olimpico, ma non all'altezza dello spettacolo e alle attese che sempre hanno caratterizzato le riunioni organizzate dalla società pugilistica UnionBoxeMestre1948/Since1932, cosa che ha fatto infuriare e, non poco, il Maestro Adriano Favaro e il presidente della società.


Si, lo spettacolo c'è stato in qualche match, ma troppo poco per i”palati” fini del grande pubblico presente, circa 500/600 persone, e della medaglia d'oro olimpica Francesco De Piccoli. Peccato, perché il Veneto per un giorno era diventato la”capitale” d'Italia del pugilato con a: Padova, semifinali del Campionato Élite 1°/2° serie Femminile, sempre a Padova il Campionato Europeo dei super piuma, con protagonista Devis Boschiero e, appunto Mestre con il suo tradizionale Memorial Gino Campagna.


Memorial che già partiva male perché con il cambio dell'Assessore comunale allo sport, Andrea Ferrazzi, grande amico del pugilato, il comune di Venezia ha relegato la riunione in una piazza attigua ma secondaria, rispetto alla tradizionale Piazza Ferretto, salotto buono della città! Mah! Così va il mondo.